La vetrina del calcolo meccanico è la sesta storia raccontata dalla vetrina di Corso Garibaldi 66. Inaugurata il 25 agosto 2021. La vetrina ripercorre la storia dei numeri e degli algoritmi, esponendo molti modelli di calcolatrici meccaniche illustrandone il funzionamento e ponendo indovinelli ai passanti per permettere loro di approfondirne e provarne la conoscenza. 

L’invenzione della rappresentazione posizionale dei numeri è una pietra miliare nella storia dell’umanità. La traduzione latina del XII secolo di un trattato persiano dell’825 d.C. ha portato in Occidente il sistema di numerazione in base 10, ideato in India. Da allora non è cambiato solo il nostro modo di rappresentare i numeri, ma la nostra capacità di elaborarli in modo algoritmico. 

Attraverso un video, la vetrina racconta la storia dei numeri in base 10 e la nascita dei algoritmi, soffermandosi sulla prima metà del’900, quando vennero realizzate le calcolatrici meccaniche, macchine prodigiose che hanno anticipato l’avvento dell’elettronica.

La vetrina, mostra numeri e ingranaggi e presenta, al suo interno, una copia del regolo calcolatore e 10 modelli di calcolatrici meccaniche, ne illustra il funzionamento per il calcolo delle 4 operazioni e pone indovinelli ai passanti attraverso due QRcode.

La vetrina del calcolo meccanico è stata realizzata da DIGIT srl in collaborazione con Mateureka, il Museo del Calcolo di Pennabilli (Rimini), con il supporto tecnico della Stark Multivision Design di Cagli.

it_ITItaliano